Rilessioni di Quaresima Lunedì della Quinta Settimana di Quaresima 2015

Giovanni 8:1-11: “Chi di voi è senza peccato, scagli per primo la pietra contro di lei”

La saggezza di Salomone è così palese e inoppugnabile quando qualcuno ha avuto la lucidità e il coraggio di esprimerla.

La lucidità cresce insieme allo spirito di accettazione e alla purificazione della mente. Non possiamo concettualizzare questa chiarezza più di quanto non si riesca a guardare uno schermo perfettamente traslucido. Vediamo attraverso di esso. La “visione di Dio” è il semplice vedere non il guardare. Con questa visione che è il risultato di un cuore puro, possiamo vedere con chiarezza attraverso tutte le illusioni e gli auto-inganni, tutti i giochi messi in atto dall’ego.

Ma questa lucidità separa colui che vede attraverso di essa dalla folla, come quella radunata intorno alla donna scoperta in adulterio. Non ci piace forse sentirci nella ragione e migliori di altri e sentire il nostro piccolo ego gonfiato dalle persone perbene intorno a noi. E’ l’effetto di una folla che canta in uno stadio o di una aggressione razzista o uno stupro di gruppo. Ci sentiamo più forti e ci lusinghiamo reciprocamente prendendo di mira qualcuno più debole, che può essere innocente o che è stato sorpreso a fare qualcosa di sbagliato. La nostra rabbia verso la vittima nasconde la nostra vergogna.

Ci vuole il coraggio di una tale lucidità per prendere le distanze dalla folla e sostenere la verità. Anche in questa storia, comunque, Gesù non tocca il cuore della folla che stava per lapidare la donna. Semplicemente toglie loro il falso ragionamento e la giustificazione per le loro azioni. Momentaneamente il loro ego collettivo viene bucato e così i loro piccoli ego individuali si sgonfiano. Ma quanto devono averlo odiato quando sono andati a casa e hanno parlato dell’accaduto. Speriamo che a quel punto la donna fosse già riuscita a mettersi in salvo. Gesù tuttavia era diventato il loro nuovo obiettivo.

Essere lucidi ed essere compassionevoli non equivale a successo sociale.

Laurence Freeman OSB