Newsletter comunità italiana – marzo 2020

Carissime amiche e carissimi amici,

Lo ricorderemo come il tempo del Coronavirus. E come la quaresima più particolare della nostra vita.

Non voglio sovrapporre la mia voce alle numerose riflessioni/battute/considerazioni che ci arrivano quotidianamente, ma condividere con voi il mio stato d’animo di persona fortunata, che non ha bambini in casa né genitori anziani da curare. Ed è uno stato d’animo di gratitudine per il tempo che mi viene regalato, per le meditazioni che non sono più strappate ad altri impegni o ad essi sacrificate, per la possibilità di guardare le piccole cose quotidiane con occhi diversi.

Non dimentico certo il dolore degli ammalati, l’angoscia dei parenti, le morti, i gravi problemi di organizzazione familiare, i mancati guadagni di chi non può lavorare, la situazione economica in cui ci troveremo alla fine dell’epidemia.

Ma questo non mi toglie il dono di una quaresima più profonda, più sentita, con più tempo per riflettere, per cercare di individuare gli ostacoli che si sovrappongono tra me e la ricerca di Dio. Anche la nostra comunità soffre per il divieto di trovarsi a meditare insieme, l’impossibilità di organizzare momenti collettivi di preghiera e di confronto. Non lasciamoci deprimere da queste difficoltà; sentiamo con maggiore forza ciò che ci unisce. Come mi ha scritto una persona del mio gruppo, per noi la distanza non è separazione. Questa newsletter ci tiene vicini e ci permette di condividere esperienze e progetti.

A tutti l’augurio di una quaresima di silenzio e meditazione insieme all’augurio di buona salute per voi e per le persone a voi care.

                                                             Fiorenza, Coordinatrice nazionale della Comunità

Per leggere la Newsletter clicca qui