Letture settimanali del 17 maggio 2020

A volte sembra che viviamo la vita di corsa a tutta velocità, mentre nel nostro cuore c’è una fiamma essenziale interiore dell’essere. La nostra fretta, a volte, la porta quasi ad estinguersi. Ma quando ci sediamo a meditare, nel silenzio e semplicità, la fiamma inizia a splendere nella sua stabilità. Via via che lasciamo andare il pensare in termini di successo e auto-importanza, la luce della fiamma ci aiuta a capire noi stessi e gli altri in termini di luce, calore e amore. […]

È terribilmente facile lasciare che la vita diventi pura routine. I ruoli possono facilmente prendere il posto dell’essere. Finiamo nel recitare ruoli di routine dello studente, della madre, del marito, del manager, del monaco o altro… Gesù è venuto a dirci che la vita non è recitare ruoli o essere un funzionario di un certo sistema. La vita ha a che vedere con scopo e significato, percepiti nelle profondità del nostro essere più stabile. Il nostro valore deriva da chi siamo in noi stessi, non da quello che facciamo all’interno di una certa immagine-ruolo di noi. […]

Ciascuno di noi… deve scoprire la verità fondamentale su se stesso. Radicati in Dio, dobbiamo essere aperti all’amore che ci redime dalla illusione e dalla superficialità. Dobbiamo vivere sulla base di quella santità infinita personale che abbiamo, in quanto templi dello Spirito Santo. Scoprire che quello stesso Spirito che ha creato l’universo, abita i nostri cuori e nel silenzio ama tutto, è lo scopo della vita di ciascuno.

Brano tratto da John Main OSB, “Integrity,” WORD MADE FLESH (Norwich: Canterbury, 2009), pp. 55-56.