Letture settimanali 15 dicembre 2013

 Il Natale è una festa che può aprire i nostri cuori alla presenza di Cristo.

Ci mette davanti agli occhi i grandi valori dell’innocenza e della speranza dei quali abbiamo bisogno se ci vogliamo risvegliare alla sua luce, ed inoltre ci ricolma di fiducia perché ci dice che il passato è finito. La nuova era, in effetti la nuova creazione, ha inizio ed il punto di partenza per scoprirla dappertutto è vederla come realtà nei nostri cuori.

Il nostro viaggio quindi è un viaggio nei nostri cuori. Visto che tutti siamo invitati ad entrare in questo tempio per ricevere la novità della vita, dobbiamo considerare questo periodo come un momento propizio per mettere da parte qualsiasi cosa che ci impedisca di accogliere il mistero della nostra stessa creazione e di penetrare nella pienezza di vita che riceviamo come un dono puro del padre nell’atto eterno della creazione.

La rilevanza dell’insegnamento dell’Incarnazione è che il mistero di Dio, nella sua eterna creatività, non solo ci si avvicina ma addirittura si unisce veramente a noi. Non abbiamo più bisogno di oggettivare il mistero che inabita i nostri cuori fatti di carne. Adesso sappiamo che il risveglio alla sua realtà è una possibilità vicina per ognuno di noi, perché quel risveglio è un incontro personificato. La gioia piena che questa festa ci dovrebbe evocare è quella di un risveglio che non deriva dai nostri poteri. Non siamo più isolati in una dipendenza legata alle nostre misere risorse. Non è il potere della nostra saggezza che ci guida, ma il suo amore presente come luce della suprema realtà nei nostri cuori. L’umiltà del bambino Gesù è nostra guida e maestra. Nella sua Luce troviamo la Luce. Nel suo Amore abbiamo l’Amore. Nella sua Verità diventiamo Veritieri.

E’ una festa ricca di stupore e di speranza per noi tutti, chiunque e dovunque siamo. E’ un nuovo principio per tutta l’umanità, che inizia con un bagliore tenue ma sicuro, la cui luce sempre più forte e ininterrotta trasforma il cielo e la terra e aumenta in luminosità e splendore fino al giorno perfetto.

John Main OSB

Estratto da: “Letters from the Heart”