Letture settimanali 12 aprile 2015

Per seguire il cammino spirituale dobbiamo imparare a restare in silenzio.

Parte del problema dell’indebolimento della religione ai giorni nostri è che la religione fa uso di parole per le sue preghiere e rituali e quelle parole devono essere caricate di significato. Ed esse possono essere colme di significato sufficiente a muovere i nostri cuori, per spingerci verso nuove direzioni, solo se sgorgano dallo Spirito. E lo Spirito richiede silenzio. Tutti noi abbiamo bisogno di usare parole, ma per usarle con forza, abbiamo bisogno di silenzio. La meditazione è la via verso il silenzio, la via del silenzio…

Ciò che tutti abbiamo bisogno di imparare non è tanto che dobbiamo creare il silenzio. Il silenzio è già là, dentro di noi. Ciò che dobbiamo fare è entrarci, diventare silenti, per diventare silenzio. Lo scopo e la sfida della meditazione è permettere a noi stessi di diventare abbastanza silenziosi per lasciare che silenzio interiore possa emergere. E realizzare quel silenzio è il linguaggio dello Spirito.

John Main OSB

Estratto da: “The way of silence”