COSA RESTERÀ… DEL 2020

COSA RESTERÀ… DEL 2020

Ci troviamo in campagna, a Monsanto, un piccolo borgo sulle colline del Chianti e anche a queste latitudini è stato sicuramente un anno particolare che ha cambiato tante nostre abitudini e ci ha costretto a far i conti con dimensioni di noi non conosciute. Il nostro ritrovarsi è stato oggetto di necessarie restrizioni, di attenti accorgimenti a protezione di noi e degli altri.

WhatsApp Image 2020-12-29 at 12.50.01 (3)In un contesto insolito e repertinamente cambiato ci siamo chiesti/e il senso del nostro stare insieme: poteva la pandemia ridurci all’isolamento degli affetti e delle relazioni? Abbiamo provato ad immaginare nuove modalità e nel periodo estivo ci siamo inventate la meditazione ” sul muretto”!

È nata come un’intuizione che poi ha preso corpo e ha dato luogo ad una esperienza bellissima. Ci trovavamo all’imbrunire con mascherina, cuscino per la meditazione e nello zaino qualcosa da mangiare. Dopo i saluti a distanza iniziava il silenzio che ci conduceva lentamente attraversando sentieri di campo e di bosco ad un muretto in cima alla collina. Il sole scendeva lentamente all’orizzonte.

Seduti a distanza il gong dava inizio alla meditazione mentre gli ultimi raggi del sole ci accarezzavano dolcemente. Un altro suono di gong: lentamente riprendevamo a muoverci e ancora in silenzio cominciavamo a mangiare. Le rondini sfrecciavano nel cielo, le civette annunciavano la notte. Era difficile ricominciare a parlare e quasi sempre lo facevamo solo dopo un piccolo trauma: una visita inattesa, un bicchiere caduto…

WhatsApp Image 2020-12-29 at 12.50.01 (1)

Abbiamo imparato a mediatare nel tramonto, nel passaggio dalla luce alla notte, distanti ma insieme, mentre il pasto diventava un rito. Immersi nella natura non c’era più un “fuori” e un “dentro”…eravamo semplicemente parte consapevole e presente di tutta la creazione.

Questo ci resterà del 2020!

La comunità di Monsanto (FI)