ALL’ALBA DEL NUOVO ANNO – ritiro in silenzio dal 29 dicembre al 1 gennaio 2020

All’alba del nuovo anno

Ritiro In Silenzio

29 dicembre – 1 gennaio 2020

ATTENZIONE CAMBIO SEDE
Casa GESù MAESTRO
Via S. Rocco, 2
CENTRALE DI ZUGLIANO (VI)

 “Un Abisso chiamato Dio”

 Appunti per un cristianesimo contemplativo

Un modo alternativo di passare gli ultimi giorni dell’anno in attesa del nuovo. Ricordandoci, come direbbe il Walden di Thoreau, che sorge solo il giorno che ci trova svegli. Invece che divertirci, nel senso etimologico di di-vertere, ovvero prendere un’altra direzione, allontanarci, stordirci nel frastuono della festa, cercheremo di restare nell’ascolto profondo, di entrare in intimità con noi stessi e con i “sottili desideri appena sussurrati del proprio cuore”.

Ci ritroviamo  per praticare la meditazione nella tradizione dei padri del deserto così come attualizzata e resa disponibile per noi da P. John Main: la meditazione seduta, ma anche la poesia e la meditazione camminata nella natura.

Alla fine dell’anno ci troviamo insieme per condividere un tempo in cui sperimentare e riflettere sul significato della parola “Dio”.  Quale è la nostra esperienza della Divinità?

 Aver intrapreso il cammino dell’esperienza contemplativa vuol dire andare oltre qualsiasi punto a cui si possa arrivare. Vuol dire conoscere la pace “dell’essere in cammino” piuttosto che la pressione di cercare di arrivare più in fretta sempre in competizione con gli altri.  (L. Freeman)

PantocratoreCi prenderemo un tempo per nutrire la Gratitudine e la Gioia, rinnovare le nostre relazioni e portare serenità e comprensione nel nostro mondo. Un tempo per coltivare la pace, in noi e nelle relazioni.

Il Silenzio ci aiuterà a coltivare la nostra saggezza interiore e a entrare in contatto con la bellezza della natura circostante. Un tempo per un rilassamento profondo.

Spazio e tempo da abitare con spirito di amicizia, di accoglienza reciproca, così poter incontrare te stesso, Dio e gli altri  in clima di silenzio e in profondità.

Lo scoccare della mezzanotte, e dunque il nuovo anno, ci coglierà nella meditazione dell’abbraccio. Abbracciarsi con profonda consapevolezza e con concentrazione può generare riconciliazione, guarigione, comprensione e molta felicità.

 Relatore:

Don Alfredo Jacopozzi del Centro di Meditazione di Firenze, sacerdote diocesano, docente di Storia delle religioni presso la Facoltà Teologica dell’Italia Centrale (Firenze).

L’insegnamento verterà su alcune lezioni di teologia contemplativa e apofatica: dialogando con Meister Eckhart, i Padri e le Madri del deserto, la Sacra Scrittura e la saggezza di altre tradizioni religiose.

Padre John Main citava spesso San Ireneo: ”Se non riusciamo a capire il silenzio di Cristo, non possiamo nemmeno capire le sue parole”.  Spero che tu possa entrare in questo silenzio accogliente e gioioso del ritiro.

La sistemazione è prevista in camere  doppia con bagno.

Un ritiro in silenzio non è un tempo per lo studio o la lettura anche se spirituali, ma per la pratica meditativa e la presenza. Siete inoltre invitati a non utilizzare il telefono o il computer in modo che il nostro silenzio personale e collettivo aiutino ciascuno di noi andare più in profondità. (Ci sarà ovviamente un numero di emergenza con cui si può essere contattati).

E’ opportuno iscriversi il più presto possibile in quanto abbiamo un numero limitato di posti.

Il ritiro inizia alle 18.30 del primo giorno e termina prima del pranzo di mercoledì 1 gennaio

La quota di partecipazione è ad offerta libera. Orientativamente € 235,00 è il costo, omni-comprensivo, per tutti i pasti, materiali didattici, costi organizzativi, ecc. (camera singola € 250)

Per informazioni e/o iscrizioni:

 e-mail: infowccmitalia@gmail.com, tel.: 3485204514