Perché Meditare In Gruppo

Meditare crea comunità ed è tanto un cammino di crescita personale quanto di trasformazione sociale. Si sono creati in tutto il mondo gruppi di meditazione che lo dimostrano e che sono aperti a tutti coloro che desiderano condividere il pellegrinaggio verso il cuore, in silenzio e amicizia.

I gruppi si riuniscono ogni settimana, in luoghi molto diversi… chiese, case, scuole, ospedali, università, carceri e uffici. Esistono gruppi per i senza-tetto e gruppi “on-line” per tutti coloro che non possono riunirsi di persona. Il gruppo è, pertanto, un mezzo essenziale per introdurre la meditazione a persone interessate e rappresenta, in più, un appoggio importante per preservare la pratica quotidiana. Imparare a meditare è un processo che richiede tempo. La maggior parte delle persone comincia a meditare, abbandona la pratica, per poi ricominciare. Il gruppo è, pertanto, un elemento di aiuto e di stabilità in tutto questo processo.

Ogni gruppo ha la sua propria personalità, ma tutti seguono una struttura semplice disegnata per mantenere il focus sull’esperienza della meditazione ed essere aperti ad una grande varietà di persone:

  • Un insegnamento sulla meditazione ci ricorda la semplicità di questa pratica, spesso con la lettura di un testo sulla tradizione contemplativa cristiana
  • Un tempo di meditazione di 20- 30 minuti in silenzio
  • Un tempo per condividere riflessioni ed esporre dubbi