Letture settimanali del 4 novembre 2018

La meditazione [richiede] semplicità. Come ci dice Gesù: “Chi non accoglie il regno di Dio come un bambino, non vi entrerà” (Luca 18,17). Il regno di Dio… è la forza dell’amore che è fondata nei nostri cuori. La meraviglia della proclamazione di Gesù è che ognuno di noi è chiamato a rendersi conto che questa forza è realmente e proprio in questo momento nel nostro cuore. Ma per arrivare a rendercene conto abbiamo bisogno di diventare più semplici. Dobbiamo diventare come bambini… e arrivare alla comprensione che siamo buoni e che abbiamo capacità per la bontà. È una bontà che non può essere misurata, solo conosciuta in relazione all’infinito di Dio e allo Spirito senza limiti che vive nei nostri cuori.

Una volta che il nostro spirito si è aperto allo Spirito di Dio, ogni divisione viene meno. Non dobbiamo più fare giochetti. Possiamo agire coerentemente dal più profondo della nostra integrità. Nulla può dividere il nostro cuore una volta che ci apriamo allo Spirito. Dobbiamo solo imparare la generosità del cuore affinché sia totalmente a disposizione di Dio nella più completa apertura di amore, senza richieste o aspettative di premio.

Brano tratto da John Main OSB in WORD MADE FLESH (Norwich: Canterbury, 2009), pp. 13-14.