Letture settimanali del 1 settembre 2019

Aprendo il nostro cuore all’amore nel nostro essere più recondito, non reprimiamo la dimensione umana della conoscenza né rifiutiamo i valori e i rapporti umani. Al contrario, tutte queste cose si illuminano, le vediamo in una nuova luce, la luce della trascendenza, che da esse poi si riflette. Straordinario del messaggio cristiano è il fatto che questa luce altro non è che la luce di Cristo, la luce è Cristo. A ciascuno di noi è rivolto l’invito a compenentrarci in questa luce perché ci rendiamo conto per via esperienziale […] che la luce di Cristo arde nel nostro cuore e che il nostro compito primario nella vita è quello di aprirci e di lasciarci pervadere e risanare da essa, di vedere attraverso di essa. […] La meditazione è il nostro cammino verso quella luce.

Brano tratto da John Main OSB, La via della non conoscenza, Edizione Appunti di Viaggio, ‘Un religioso amore’, p. 134. [“Religious Love,” THE WAY OF UNKNOWING (New York: Crossroad, 1990), pp. 115-116.]