La Comunità In Italia

La Comunità Italiana è nata a Firenze nel 1996.

Attualmente ha la sede legale a Brescia, dove il Vescovo, nel 2007, verificati gli scopi e la conformità dottrinale dei suoi insegnamenti, ha riconosciuto la Comunità come Associazione Privata di Fedeli, con personalità giuridica.

Negli anni sono nati gruppi di meditazione settimanale in tutta Italia. Ad oggi sono 33, in 10 regioni.

Ogni gruppo ha un capogruppo, che accoglie le persone che sono interessate alla meditazione, trasferisce gli insegnamenti di base e cura gli aspetti organizzativi.

Alcuni gruppi organizzano sul territorio eventi locali, quali conferenze, brevi ritiri, incontri di preghiera, incontri interreligiosi… che vengono messi a conoscenza di tutta la comunità attraverso l’informazione sul sito.

Un coordinatore nazionale e un Consiglio direttivo garantiscono la fedeltà alla tradizione dei diversi gruppi e le funzioni essenziali per il buon funzionamento della Comunità.

Attualmente il Consiglio è formato da 8 persone, con diversi incarichi:

  • Scuola di formazione per chi inizia il percorso e per chi intende aprire un nuovo gruppo
  • Meditazione dei bambini, da diffondere perché poco conosciuta e poco praticata
  • Editoria, per la stampa e distribuzione dei libri di John Main e Laurence Freeman o di altri testi su temi spirituali
  • Gestione del sito
  • Adempimento degli aspetti amministrativi

Il coordinatore e il Consiglio mantengono un rapporto costante con i gruppi e organizzano a livello nazionale ritiri di silenzio, Conferenze su tematiche spirituali con la presenza di padre Laurence Freeman e di relatori esterni, incontri.

All’interno della comunità italiana, inoltre, si è organizzato un gruppo di persone che traducono gli insegnamenti e le letture settimanali, le news letter e ogni altro scritto proveniente dalla sede mondiale.

Alcuni membri della Comunità hanno seguito un percorso attraverso il quale sono diventati oblati benedettini, hanno cioè instaurato un particolare legame con la vita monastica e seguono la regola benedettina.

LA COMUNITA’ MONDIALE