Insegnamenti settimanali del 14/10/2018 – Alla scoperta del nostro vero sé

Alla scoperta del nostro vero sé

La meditazione con la sua concentrazione su un unico punto, che sia sul respiro, sul movimento o nel nostro caso su un mantra, è un modo scientificamente provato per rilassare mente e corpo.

Semplicemente prestando attenzione alla nostra parola, il respiro e la frequenza cardiaca rallentano da soli e calmano il corpo irrequieto. Come il nostro respiro diventa più lento, così fanno i nostri pensieri. Il respiro è il ponte tra corpo e mente.

John Main ha detto: “Il tuo respiro dovrebbe essere calmo e regolare. Lascia che si rilassi ogni muscolo del tuo corpo. E poi, metti la mente in sintonia con il corpo. Il vero compito della meditazione è raggiungere l’armonia di corpo, mente e spirito“.

Poi, accettando semplicemente la natura irrequieta della nostra mente e ripetendo amorevolmente e fedelmente la nostra parola, nonostante tutto, pensieri e immagini lentamente sfumano sullo sfondo.

È del tutto possibile usare la meditazione solo per i suoi salutari benefici su corpo e mente, ritoccando la tecnica di rilassamento, e fermarsi qui. È meraviglioso fermare la mente che chiacchiera continuamente e rilasciare stress e tensione. Farà star bene avere una pausa dalle preoccupazioni, ansie, speranze e paure che di solito ci assillano, fermare il consumo di energia di una mente che gira e rigira in tondo. Ma sarebbe un’occasione mancata; c’è molto di più nella meditazione che i suoi effetti fisiologici sul corpo. Gli effetti sul corpo e sulla mente sono comunque un primo passo importante sulla strada verso la trasformazione, la chiarezza di visione e la piena consapevolezza.

Quando raggiungiamo questa pace e armonia calmando la mente e il corpo e continuiamo a prestare piena attenzione al nostro mantra, possiamo prendere coscienza del silenzio sereno e armonioso che dimora nei nostri cuori. “Niente descrive bene Dio come il silenzio“, ha detto Meister Eckhart, mistico tedesco del XIV secolo. La meditazione è quindi una disciplina spirituale, un viaggio di scoperta al centro del nostro vero essere, dove abita Cristo e, allo stesso tempo, un viaggio di scoperta verso la presenza di Dio. Una volta trovato, ciò permeerà la nostra vita e influenzerà tutte la nostre azioni.

L’obiettivo fondamentale nella meditazione cristiana è permettere alla presenza misteriosa e silenziosa di Dio dentro di noi di diventare sempre più non solo una realtà, ma la realtà nelle nostre vite; lasciare che diventi quella realtà che dà significato a tutto ciò che facciamo, a tutto ciò che siamo.”

Kim Nataraja