Domenica di Pasqua

16 aprile 2017

Per quaranta giorni e notti — e anche di più — siamo stati nel deserto. Ed ora, il giorno di Pasqua al sorgere del sole, il peggio è passato.

Il modo con cui ora vediamo il deserto è diverso. Vediamo le stesse cose, la routine della vita continua come prima, alberi e nuvole sono come prima, politici e banchieri, artisti e terapeuti e monaci fanno le stesse cose di prima. C’è ancora da cambiare pannolini e da fare benzina. Il pellegrinaggio della meditazione mattutina e serale continua.

Ma la nostra Resurrezione — ed è nostra, tanto quanto Sua — ha cambiato il modo con cui vediamo la vita in questo regno dell’esistenza. Il velo tra noi e gli altri regni del cosmo ora splende.

Se abbiamo ancora paura, non è più necessario. Se siamo ancora attaccati al risentimento, non è più necessario. Per cambiare completamente, dobbiamo solo vederLo. Non sentire parlare di Lui o parlare con Lui, ma vederLo. È Lui che rende la nuova creazione splendente.

“Per chi è unito a Cristo, c’è una nuova creazione.”

È stato bello viaggiare con voi attraverso il deserto in questa quaresima. È bello, adesso, vedere come riconosciamo Gesù risorto in tutto ciò che splende nella vita.

Tre giorni fa, abbiamo iniziato il processo formale di trasloco a Bonnevaux, la nostra nuova casa e centro in Francia. Questa estate, contiamo di iniziare lo spostamento e cominciare il lavoro di ristrutturazione.

Non vedo l’ora di vedere il Cristo splendente lì a Bonnevaux con voi un giorno. Vi prego di tenere nel cuore questo passaggio per la nuova vita della nostra comunità.

Buona Pasqua e una benedizione per i prossimi giorni.

Laurence Freeman